Pianista e compositore, Paolo Marzocchi è nato ed ha studiato a Pesaro.

Considerato tra i musicisti più interessanti nel panorama italiano della musica contemporanea d’arte, Marzocchi ha sviluppato verso la musica un approccio multiforme e incurante delle barriere linguistiche. La sua formazione classica si è presto arricchita delle esperienze più diverse, dal teatro, al cinema, alla radio, fino alle sperimentazioni con altri linguaggi e alla composizione “pura”, campo in cui ha ricevuto numerose commissioni per la realizzazione di opere pianistiche e orchestrali.

Ha collaborato con enti, orchestre e teatri prestigiosi, tra cui il Lucerne Festival, Il Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Arena di Verona, l’Accademia Filarmonica Romana, il Festival Multiplicidade di Rio de Janeiro, il Borderline Moving Images Festival di Pechino, il Teatro Degollado di Guadalajara, l’auditorium IMER di Mexico City, il Teatro del’Opera di Roma, l’Auditorium di Milano, l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, la Biennale di Venezia, la Suntory Hall di Tokyo, il Teatro BKA di Berlino, il Festival Musica Sull’Acqua, l’Orchestra Giovanile di Fiesole, la Human Rights Orchestra e molti altri.

Numerosissime anche le collaborazioni con vari artisti, musicisti e non, tra cui il regista Henning Brockhaus, il poeta Gianni D’Elia, i videoartisti Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti, il cornista e direttore d’orchestra Alessio Allegrini, il regista Michal Kosakowski, il fisarmonicista Claudio Jacomucci, lo scrittore e critico Guido Barbieri, la violista Danusha Waskiewicz, i direttori Alberto Zedda, Johannes Wildner, Antonello Manacorda, Michele Mariotti, il movimento Musicians for Human Rights.

Collabora da alcuni anni con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca intorno a progetti sperimentali legati all’istruzione musicale e alla sensibilizzazione sociale, nonché alla creazione di orchestre e cori giovanili.

Frequentatore e appassionato di tutte le discipline che ruotano attorno alla musica, è spesso invitato anche in veste conferenziere, musicologo e divulgatore.

Le sue composizioni sono pubblicate dalla Casa Musicale Sonzogno e Rugginenti Editore.

Tra i prossimi impegni l’esecuzione della sua “Fantasia dell’Assenza” per pianoforte orchestra e arpa a bicchieri con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Ryan McAdams (marzo 2014), un progetto sperimentale del MIUR con il Liceo Musicale Farnesina di Roma (maggio 2014), una  nuova commissione di un concerto per viola pianoforte e orchestra (novembre 2014) e la registrazione di un disco con le proprie composizioni per pianoforte.

 

paolomarzocchi.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *