“We must make music together!” Così si è espresso il celebre direttore d’orchestra Lorin Maazel dopo aver ascoltato Alessandro Taverna in un recital a New York.
Acclamato nel mondo della musica come il “naturale successore naturale del suo grande connazionale Arturo Benedetti Michelangeli”, Alessandro Taverna possiede un suono capace di “stimolare i sensi come una visita alla sua nativa Venezia”, che dà “luogo ad un sentimento di meraviglia”. Quando ha raggiunto la finale al Leeds International Piano Competition ed ha eseguito il Primo Concerto per pianoforte di Chopin nel 2009 “il pubblico, all’improvviso, è stato pervaso da una solenne bellezza: sono stati impeccabili minuti di intensa poesia!”, ha detto il quotidiano britannico The Independent. Da allora la carriera di Alessandro Taverna ha conosciuto uno sviluppo costante che lo ha reso uno dei più interessanti pianisti della sua generazione.

Alessandro Taverna si esibisce in tutto il mondo nelle più importanti sale e stagioni musicali, tra cui Wigmore Hall e Royal Festival Hall di Londra, Salle Cortot di Parigi, Preston Bradley Hall di Chicago, Konzerthaus di Berlino, la Fazioli Concert Hall di Sacile, Maggio Musicale Fiorentino, MITO Settembre Musica, Musashino Hall di Tokyo, Bridgewater Hall di Manchester. Appare come solista con prestigiose orchestre quali London Philharmonic Orchestra, Royal Philharmonic, Minnesota Orchestra, Hallé Orchestra di Manchester, Royal Liverpool Philharmonic, Hull Philharmonic, Bucharest Philharmonic, Scottish Chamber, Bournemouth Symphony. Ha registrato per: BBC Radio 3, Rai Radio3, RadioTelevisione Slovena, RSI Radiotelevisione della Svizzera italiana (Rete 2), Radio Classica, Minnesota Public Radio, IRIS (Mediaset). Numerose le sue affermazioni in prestigiosi concorsi pianistici internazionali, tra i quali i concorsi pianistici internazionali di Londra, Leeds, Hamamatsu, l’e-Competition negli Stati Uniti, il Premio Casella a Venezia, il Concorso Busoni di Bolzano, il Premio Scriabin di Grosseto. Nel 2010 ha ricevuto il Premio intitolato ad Arturo Benedetti Michelangeli.

Ha tenuto seminari di tecnica pianistica e masterclasses presso: Bowdoin International Music Festival (USA), Willamette University di Salem (USA), Potchefstroom University (Sudafrica), St John University di York (Regno Unito). Dal 2006 insegna pianoforte principale alla Fondazione Musicale S. Cecilia di Portogruaro ed è direttore artistico dell’Associazione Musicale “Alapiano” di Ala (Italia). Dal 2013 è docente di pianoforte presso il Conservatorio L. Perosi di Campobasso.

Interessato anche al repertorio cameristico, ha collaborato con numerosi interpreti: in duo pianistico con Louis Lortie, che lo ha invitato a esibirsi a due successive edizioni dell’International Chamber Music Festival di Ottawa; insieme al violinista David Coucheron al Bowdoin International Music Festival (Stati Uniti); con la contrabbassista Christine Hoock. Profondo anche il suo interesse per la musica contemporanea, che lo ha portato a realizzare importanti progetti discografici con la compositrice statunitense Gloria Coates (“At Midnight” per l’etichetta Tzadik) e con il compositore Mario Pagotto (“Racconti di pianura” per Rai Trade).

Alessandro Taverna si è diplomato a soli diciassette anni col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore studiando con Laura Candiago Ferrari, perfezionandosi successivamente all’Accademia Pianistica di Imola con Franco Scala, Leonid Margarius e Boris Petrushansky e all’Accademia Nazionale S. Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, conseguendovi i diplomi di alto perfezionamento. Si è in seguito specializzato con Arie Vardi ottenendo il postgraduate diploma alla Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover e con William Naborè al Conservatorio di Lugano in qualità di “Theo Lieven Scholar”. Nel 2010 è stato scelto dalla prestigiosa International Piano Academy Lake Como, dove ha lavorato con eminenti personalità del mondo pianistico, come Fou Ts’ong, Dmitri Bashkirov, Malcolm Bilson, Peter Frankl, John Perry.

Nel 2012 ha ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il “Premio Sinopoli”, che gli è stato attribuito per meriti artistici e per la sua carriera internazionale. Del febbraio 2014 è il suo debutto con i Münchner Philharmoniker al Gasteig di Monaco e al Musikverein di Vienna, invitato da Lorin Maazel, che lo ha diretto nel 3° Concerto di Prokofiev.

 

alessandrotaverna.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *